Sempre più persone si stanno convertendo al vaporizzatore e questo numero sarà destinato a crescere sempre di più, poiché la salubrità della vaporizzazione è ormai nota tra gli utilizzatori. Inoltre il vaporizzatore è capace di offrire un esperienza più pura e piacevole rispetto ad un sistema a combustione tradizionale.

vaporizzatori erba

Aquista i Migliori Vaporizzatori

Molte aziende specializzate nella produzioni di articoli per fumatori si sono adeguate al cambiamento e di conseguenza, sempre più modelli di vaporizzatori si stanno affacciando sul mercato. Esistono infatti un infinità di strumenti per scaldare le erbe o i concentrati, ma il loro scopo rimane sempre lo stesso: offrire all’utente la migliore esperienza di vapore possibile.

vaporizzatori migliori

Per capire quali siano i vaporizzatori migliori, come sempre è necessaria una fase di studio che ci aiuti a capire gli strumenti più adatti alle nostre esigenze.

Le prime domande da porsi quando si acquista un vaporizzatore sono sostanzialmente 3:

  • Quanto è il budget a nostra disposizione?
  • Vaporizzatore portatile o da tavolo?
  • Vaporizzatore a conduzione o a convenzione?

Fatto chiarezza su quali parametri scegliere sarà molto più semplice indirizzarsi verso l’acquisto giusto.

funzionamento vaporizzatore

Come funziona un vaporizzatore

Il funzionamento di un vaporizzatore è molto semplice! Una resistenza elettrica riscalda la camera di riempimento con il materiale vegetale. Con questo calore La resina contenuta sul materiale vegetale passa dallo stato solido allo stato gassoso senza la combustione e lo strumento comincia ad emettere vapore che viene aspirato mediante il beccuccio. In questo modo tutti i composti della sostanza riescono a dissociarsi dalla materia e a fondersi con il vapore regalando così un’esperienza più salutare e molto più gustosa.

Questo procedimento viene chiamato vaporizzazione, poiché al contrario del fumo non avviene mediante combustione del materiale vegetale, ma attraverso un riscaldamento omogeneo e delicato.

Il vantaggio più grande, come abbiamo già detto, è proprio riuscire a preservare il più possibile la salute. A differenza di fumare con metodi tradizionali, la vaporizzazione è priva degli elementi derivati dal processo della combustione come il catrame, cenere e monossido di carbonio. Un fattore ugualmente importante è riscontrato sul fatto che i vaporizzatori non prevedono l’utilizzo del tabacco e di tutte le sue sostanze chimiche.

Ricordiamo che, se prima era un oggetto di nicchia, quasi d’elite, oggi si possono trovare ottimi vaporizzatori per erbe anche a meno di 100 euro corredati di garanzia.

temperatura vaporizzatore

Temperatura ideale per vaporizzare erba

Un aspetto importante quando si vaporizza è certamente la temperatura ideale. Cominciamo con il dire che la temperatura ideale per vaporizzare erba è quella che fa al caso nostro, quindi risulta essere molto personale. A questo proposito è bene assicurarsi prima dell’acquisto che un vapo abbia un estensione di temperatura almeno tra i 60 ei 220 gradi, soprattutto con i dispositivi di fascia bassa.

Diversi svapatori riferiscono che la temperatura ideale per vaporizzare canapa è tra i 175 e i 200°. In effetti la maggior parte delle sostanze liberano la loro efficacia tra i 157° il thc ed i 180° il cbd. Anche i terpeni la parte del gusto e del sapore necessitano di temperature simili per aumentare la loro espressione.

Quasi tutti i migliori vaporizzatori per erbe secche non superano la soglia dei 230° perché oltre questa misura diventa combustione, con tutta la perdita di salubrità che ne consegue.

Al contrario invece i pazienti che vaporizzano erbe per fini terapeutici, necessitano di una temperatura più moderata compresa tra i 150 e i 180°, anche se produce un vapore decisamente meno denso a scapito del sapore.

vaporizzatore camera riscaldamento

Analizziamo le differenze tra vaporizzatori

Innanzitutto poiché esistono 2 metodi per il riscaldamento delle erbe è bene descrivere tra riscaldamento a convezione e conduzione.

Vaporizzatori a conduzione: Questo metodo utilizza un riscaldamento diretto per vaporizzare le erbe, ciò significa che la resistenza riscalda direttamente la camera di riempimento. In questa maniera il materiale viene a contatto diretto con la superfice bollente della camera. Molte persone sostengono che questo espediente rovini leggermente l’esperienza di purezza del vaporizzatore, molte altre invece sottolineano che il vaporizzatore a conduzione riscalda più velocemente le erbe con conseguente risparmio di batteria...

Vaporizzatori a convezione: Questi strumenti utilizzano il metodo di riscaldamento indiretto delle erbe. Cosa significa ciò? La resistenza elettrica non tocca direttamente la camera di riscaldamento, ma è posta leggermente distanziata da essa. Questo espediente spinge il calore verso l’alto, riscaldando il materiale in maniera più lenta e delicata. Non ce modo migliore di descrivere il vaporizzatore a convezione guardano il funzionamento dell’asciuga capelli. Ecco immaginate un asciuga capelli senza la ventola.

vaporizzatore tavolo volcano

Vaporizzatori da tavolo

La scelta di un vaporizzatore da tavolo è determinata spesso, dalla quantità di consumo, dallo stile di vita o addirittura del proprio lavoro. Una vaporizzatore da tavolo esige una postazione fissa e con i ritmi di vita di oggi, il lavoro ecc, è complicato portarsi dietro uno strumento spesso voluminoso. Come non citare il vaporizzatore Volcano, uno strumento davvero di qualità, certamente il primo precursore dei vaporizzatori da tavolo che oltre ad essere da tavolo è il classico esempio di vapo a convezione.

In genere i vaporizzatori da tavolo sono i migliori in quanto a durata della batteria, infatti vengono usati più spesso quando si è in compagnia con tanti amici.

Vaporizzatori portatili

Come è ovvio, i vaporizzatori portatili sono i più venduti per la loro praticità e comodità. Il mercato dei vaporizzatori portatili ha fatto degli enormi passi avanti in questo periodo, con modelli sempre più efficienti e tecnologici. Chiaramente ci sono degli accorgimenti di cui tener conto quando si acquista un vaporizzatore portatile, cioè:

  • La durata della batteria: spesso insufficiente nei modelli molto piccoli
  • L’omogeneità con cui viene riscaldata la camera (conduzione/convezione)
  • Il rivestimento in ceramica della camera di riscaldamento

Chiaramente anche il budget influisce sulla scelta, ma esistono vaporizzatori discreti anche a buon mercato. Scegli il migliore vaporizzatore portatile per erba sul sito di grow shop italia.

vaporizzatori portatili canapa

I migliori vaporizzatori per canapa

Nel vasto mondo di questi strumenti, ne esistono alcuni più adatti per liquidi altri per vaporizzare canapa legale. Tecnicamente nulla cambia tra i 2, ma un esperto di vaporizzatori invece nota queste differenze. Sostanzialmente chi usa vaporizzatori canapa preferisce quelli a convezione, poiché riferisce di un esperienza più pura, che non rovina il vegetale.

I vaporizzatori migliori e più graditi dai clienti 2020/2021

Abbiamo selezionato i vaporizzatori più graditi da voi nel 2020/2021 in base alle prestazioni emesse, alla qualità dei materiali ed al rapporto qualita/prezzo.

  • Cfx boundless: vaporizzatore portatile a conduzione per erbe e oli semplice, molto robusto e con una lunga durata di batteria. Si può selezionare il grado di calore in una scala tra i 38° e i 221°. È uno tra i più veloci poiché raggiunge la temperatura in 10-30 secondi, visibile grazie ad uno schermo Oled. La camera per le erbe in ceramica ha una capacità più grande rispetto alla media.

vaporizzatore cfx boundless

  • Tera Boundless: questo vaporizzatore per erbe e oli e a convenzione offre uno spettro di calore molto ampio che va dai 60° ai 230°. È munito di uno schermo Oled e di un braciere in alluminio; la batteria riesce a raggiunge la temperatura selezionata in un massimo di 60 secondi.

vaporizzatore tera

  • Crafty plus : vaporizzatore portatile per erbe oli e concentrati di Storz & Bickel progettato con tecnologia tedesca e con materiali di altissima qualità. Utilizza un sistema a conduzione. È integrato di una batteria agli ioni di litio integrata e, questo dispositivo permette di controllare la temperatura tramite App. il dispositivo ha uno schermo led che si illumina con colori diversi in base alle funzioni.

crafty plus

  • Smono 5: vaporizzatore a convenzione della Reinhart molto compatto. Ha uno schermo con animazione integrate. La temperatura può essere scelta tra i 160° e i 240° e viene raggiunta in 30 secondi. Ha una camera di riscaldamento in ceramica dalla capacità di 0,3gr. La batteria ricaricabile e sostituibile è una tra le più durevoli del mercato e garantisce 6 sessioni piene e saporite.

vaporizzatore smono 5

  • Airis switch: vaporizzatore portatile per cere, concentrati e oli. Oltre ad avere una camera in ceramica ha 3 capsule in acciaio inossidabile che sono intercambiabili a seconda della materia vegetale che si vuole vaporizzare. È possibile scegliere tra 3 temperature pre- impostate comprese tra i 180° e i 240°. Inoltre è dotato di un bocchino in acciaio ruotabile a 360°.

vaporizatore airis witch

  • G-Vape: il vaporizzatore anler G vape è uno tra i più piccoli e compatti in commercio. Le tante funzioni e caratteristiche lo rendono interessante anche per il rapporto qualità/prezzo molto vantaggioso.

vaporizzatore g vape

 

Pensa alla salute, scegli un vaporizzatore!

 

vaporizzatori