La costruzione di un sistema per l' idroponica fai da te, senza l’acquisto di kit già pronti è sicuramente un ottimo passatempo ed un modo per risparmiare e cimentarsi nella suprema arte del fai da te. Qualche volte i risultati possono essere più che soddisfacenti, ma e' opportuno basarsi su alcune regole imprescindibili che governano la coltivazione delle piante, mediante la tecnica idroponica.

Esistono una varietà di sistemi idroponici che sono adatti alla coltivazione delle piante, ognuno ha le sue caratteristiche e la scelta dipende da molti fattori:

  • sicuramente in gran parte dalla specie che si vuole coltivare.
  • se si coltiva da clone o da seme
  • se gli spazi sono ampi o angusti
  • infine la mano d’opera che si vuole dedicare

È relativamente facile costruire i sistemi idroponici seguendo i principi di base, in questa pagina andremo a discutere i principali sistemi idroponici e forniremo tutti gli strumenti necessari per capire cosa acquistare per avere risultati di alta qualità.

Cultura idroponica fai da te: cosa è e cosa occorre per farla

L’idroponica è la tecnica per la coltivazione delle piante fuori suolo, in supporti inerti come argilla lana di roccia e vari altri.

Prima di procedere ad acquistare i materiali per la realizzazione di un impianto idroponico fai da te è importante capire quale sistema si intende costruire.

Fondamentalmente, per semplificare, un sistema idroponico è costituito da:

  • Un serbatoio per la soluzione nutritiva
  • Pompa ad aria od acqua a seconda del tipo di impianto
  • Un supporto (rock wool) per la germinazione , vasi o vassoi a seconda del sistema
  • Argilla o lana di roccia
  • Tubi capillari snodi e gocciolatori
  • Concimi e soluzione nutritiva idonea

E importante inoltre avere a disposizione strumenti di misura per il Ph e l’Ec, Valori da monitorare costantemente per il successo di una coltivazione idroponica fai da te

In questo modo le piante coltivate con tecnica idroponica andranno a produrre enormi grappoli di radici e dedicheranno maggiore energia alla crescita della parte superiore della pianta.

Sistemi idroponici fai da te più conosciuti per coltura idroponica

L’idroponica è diventata un hobby o passatempo molto popolare negli ultimi anni.

Questa tecnica richiede in certi casi particolare attenzione ed un certo grado di manutenzione, ma i risultati sono possono essere prodigiosi.

D’altra parte, se il sistema idroponico fai da te non è ben congegnato potrebbe dare problemi alla crescita delle piante.

Esistono molti sistemi idroponici, vediamo quelli più comunemente utilizzati:

  • sistemi NFT (nutrient film technique); Sistema dove il serbatoio che contiene la pompa e la soluzione nutritiva è contenuto nel medesimo sistema. Qui le la radici ricevono un flusso costante di sostanze nutritive.
  • sistemi dwc e a goccia; Sono i piu comunemente usati, necessitando di un substrato di argilla. Le piante si trovano in camere separate e le sostanze nutritive sono alimentate tramite un piccolo gocciolatore.
  • Sistemi aeroponici; Questo sistema necessità di maggior controllo, solitamente utilizzato da coltivatori professionisti. Le piante sono coltivate in contenitori dove gli ugelli nebulizzano la soluzione direttamente sulle radici.
  • Vasi idroponici passivi; questi sono vasi che sono utilizzati per la coltivazione di una pianta alla volta, massimo 2. In ogni vaso ha una pompa ad aria che ossigena la soluzione e quindi evita marciumi radicali. Certamente questo sistema non è per piante che devono svilupparsi rapide come orticole o cannabis.
  • Acquaponica tecnica che mette in simbiosi un acquario con il sistema idroponico.

Soluzioni nutritiva; l’importanza dell’equilibrio di ph ed ec ?

Sicuramente questa è la parte più importante della coltivazione idroponica fai da te.

La soluzioni nutritive e sostanzialmente acqua e concimi disciolti. Questa soluzione ha una concentrazione di concimi detta salinità o valore di EC (elettro conducibilità).

Questa soluzione nutritiva possiede anche un livello di acidità o basicità detta valore di PH. Questi 2 valori influenzeranno fortemente il successo della vostra coltivazione. L’equilibrio di essi è fondamentale per la crescita e la salute delle vostre piante.

La maggior parte delle soluzioni nutritive idroponiche in commercio sono già complete di sali minerali equilibrati per la crescita vigorosa delle piante. Essi forniscono ogni sostanza e composto necessario alla pianta per una corretta crescita.

L'importanza delle delle lampade nella coltivazione idroponica fai da te

Una fonte luminosa corretta per la coltivazione di piante in indoor è di vitale importanza per la crescita sana e rigogliosa di esse. Indipendentemente dalla potenza o dal tipo di sistema ( led hps o fluorescente) è necessario scegliere lampade che emettano una radiazione idonea alla crescita delle piante. In genere queste lampade emettono una temperatura calore comprese tra i 6400 k ed i 2700k (Gradi kelvin).

Solitamente nelle coltivazioni indoor in idroponica le maggiormente usate sono: HPS, CFL e LED. I Led in questi hanno hanno fatto grandi passi avanti per L'orticoltura professionale, ma le più usate rimangono le CFL od HPS per via del costo/consumo. La scelta è anche influenzata dalle caratteristiche dell'ambiente. Se maggiormente freddo ed umido sono suggerite le hps, al contrario in ambienti asciutti e caldi meglio cfl o Led.

Quali sono i vantaggi dell’idroponica fai da te

I vantaggi di questa tecnica sono molteplici, dando la possibilità di avviare colture idroponiche anche in ambienti che non si rivelano molto ospitali.

Un aspetto molto importante delle coltivazioni idroponiche è il quantitativo di acqua che serve per le irrigazioni: nelle coltivazioni tradizionali la quantità di acqua che serve per alimentare le piante è nettamente superiore rispetto a quella richiesta dalla coltivate idroponica. In idroponica, hai un controllo al 100% dei nutrienti (alimenti) di cui le piante hanno bisogno. Le piante possono essere coltivate con un programma di alimentazione preciso, che va a soddisfare le particolari esigenze lungo l’intero ciclo di crescita.

I nutrienti per idroponica sono costituiti da sali minerali, di qualità alimentare, che vengono mescolati all’acqua per la preparazione di soluzioni nutritive. A differenza dei fertilizzanti organici, la forma minerale dei fertilizzanti per idroponica li rende subito disponibili per essere assorbiti ed utilizzati.

Altro vantaggio è sicuramente l'annullamento del trasporto e smaltimento del terriccio usato nelle coltivazioni indoor e in ultimo una quasi totale assenza di parassiti e patogeni che solitamente si annidano nel terreno.

Quale impianto idroponico è il migliore per la crescita delle tue piante, dipende da molti fattori: Quale varietà vuoi coltivare? Se si vuole coltivare partendo da seme o talea? Quanto lavoro vuoi dedicare ogni giorno? E in ultimo quanti soldi vuoi spendere? Nel nostro negozio on-line puoi trovare tutte le tipologie di dimensione e prezzo, di impianti idroponici.

Dopo aver scelto il tuo sistema idroponico, scopri di più sulla coltivazione idroponica con la Nuova Guida alla coltivazione idroponica.