Le grow box sono serre domestiche, pensate per coltivare indoor. Il loro obiettivo è quello di ricreare tutte le condizioni che permettono alle piante di crescere all'esterno, dalla luce alla ventilazione, garantendo a chi non possiede un giardino o un balcone di potersi dedicare alla coltivazione delle sue specie preferite. In questa guida troverai tutti i consigli e le informazioni che ti servono per allestire la tua grow box o grow room, secondo quanto abbiamo appreso in vent'anni di pratica e di studio della coltivazione indoor. Prima di cominciare dobbiamo solo fare una distinzione:

Grow box

  • Le grow box sono, come suggerisce il nome, delle "scatole" pensate per contenere e crescere le piantine
  • Le grow room sono delle vere e proprie stanze adibite alla coltivazione, dunque in questo caso la "scatola" sono i muri della stanza. Ora esistono in commercio anche dei grow box così grandi da essere delle vere e proprie grow room, ma si tratta di prodotti che a tutti gli effetti vanno scelti e confrontati utilizzando gli stessi passaggi logici di un box; per questo motivo, specialmente a fini pratici, vogliamo mantenere la distinzione tra stanze vere e proprie e contenitori costruiti ad hoc per ospitare le piante.

Potrebbe sembrare scontato, ma ovviamente a seconda di quale opzione si sceglie diventano necessari due tipi di attrezzatura diversi. In questa guida ci concentreremo in particolar modo sulle grow box, mentre puoi trovare riferimenti agli strumenti per grow room all'interno della nostra guida alla coltivazione indoor. Cominciamo!

Grow box completi o fai-da-te?

La prima scelta che dovrai fare è tra grow box completi e artigianali. In ogni caso lo strumento finale è sempre composto da:

  • Contenitore
  • Sistema di illuminazione (lampade)
  • Estrattore d'aria
  • Strumenti di controllo, ovvero timer, termoigrometro e/o controllo climatico
  • Terra
  • Vasi
  • Fertilizzante
  • Cavi per la connessione alla corrente

Per aiutarti nella decisione, prenderemo in esame più nello specifico entrambi i tipi di soluzione.

kit grow box completi

Grow box completi

Questa scelta è molto popolare, specialmente tra chi è alle prime armi, perché mette al riparo dagli errori più comuni che vengono fatti quando si comincia a coltivare in una grow box. Si tratta di soluzioni, come quelle che proponiamo nel nostro shop, che ti risparmiano tutto il percorso di formazione necessario per ottenere una valida grow box. Un box completo comprende tutti gli elementi che abbiamo elencato sopra, ma c'è di più. Questi sono già studiati per integrarsi al meglio tra di loro, evitando problemi di spazio o di compatibilità tra struttura esterna ed elementi interni. Non andrai incontro ad imprevisti e potrai fare affidamento all'esperienza del produttore, alla quale si aggiunge un secondo livello di garanzia. Essendoci centinaia di prodotti in commercio, il secondo livello di garanzia è rappresentato proprio dalla nostra ulteriore esperienza che ci consente di proporre all'interno dello shop dei grow box completi ulteriormente selezionati. Tra i kit completi che ti proponiamo vogliamo segnalarti:

  • Kit Mini Grow Box 40: se vuoi incominciare a coltivare indoor con soli 140 euro ed il minimo ingombro possibile, questo piccolo ma potente grow box è quello che ti serve. Con una base quadrata di 40x40 cm, basta un angolo di casa per crescere le tue piante con tutto quello di cui hanno bisogno, comprese due lampade da 125 W e 200 W per la fase di crescita e di fioritura, timer analogico e i fertilizzanti della linea BioBizz per garantire una colazione dei campioni alle tue piantine; Prezzo: 148 euro
  • Grow Box 80: uno dei prodotti più amati dai nostri clienti ed il più venduto della categoria. In meno di un metro quadrato, tutto quello che serve per una grow box professionale: lampada da 250 W con riflettore e ben 3m di cavo, un aspiratore TT 100 Bi-Potenza, 4 vasi da 6,5 litri e 2 metri di cavo flessibile offerti da noi per connettere l'aspiratore all'esterno. Prezzo: 290 euro
  • Grow Box 120 PRO 600W: la soluzione ideale per chi vuole il massimo e basta. Questa grow box professionale è l'ammiraglia del nostro shop e sfrutta un alimentatore magnetico da 600 W per gestire l'alimentazione della lampada. Questa può essere una GroLux o una SunMaster ed è ulteriormente possibile decidere sul riflettore: per garantire l'eccellenza dell'illuminazione, infatti, puoi optare per il riflettore Adjust-A-Wing anziché per il Diamond. Con questo kit avrai anche la possibilità di ricevere un potenziometro in omaggio, offerto da Grow Shop Italia. Prezzo: 479-534 euro

Grow box fai-da-te

Se ti piace di più l'idea di personalizzare il tuo kit, puoi sempre scegliere di allestire da te la tua grow box. In questo caso dovrai essere tu a decidere quali elementi mettere insieme per costruire il tuo box di coltivazione, cominciando proprio dallo spazio che hai a disposizione. In un secondo momento scriveremo una guida definitiva alla creazione di una grow box partendo da zero, ma vogliamo da subito dare delle linee guida importanti a chi intende seguire questa strada. La prima cosa che dovrai fare è pensare a come scegliere un contenitore sufficientemente grande da poter ospitare tutti gli elementi di cui hai bisogno e lasciare il giusto spazio tra la lampada e le piante. Uno degli errori più comuni è proprio quello di non considerare con precisione quanto spazio occuperà la piantina una volta cresciuta: è una brutta sorpresa vedere che le foglie iniziano a bruciarsi per la troppa prossimità alla fonte di calore proprio durante l'espansione che segue all'inizio della fase di fioritura. Ti conviene pensare alla costruzione del contenitore dopo aver fatto una cernita delle altre attrezzature, così da sapere che cosa aspettarti. Nella scelta delle attrezzature, evita il comune errore di spendere tutto il budget per la lampada pensando che il resto, in fondo, sia marginale. L'estrattore d'aria, il riflettore, il substrato, i fertilizzanti e quantomeno un timer sono altrettanto fondamentali per la buona riuscita del tuo progetto; come non compreresti una Ferrari se non sapessi di poterti permettere anche bollo, assicurazione e benzina non dovresti comprare una lampada senza aver preso in considerazione tutti gli altri elementi (tra cui il costo in bolletta della lampada stessa). Facendo tutti i dovuti calcoli, in ogni caso, potrai arrivare a costruire da te una grow box perfetta per le tue esigenze e magari risparmiare anche qualcosa rispetto ad un kit già assemblato. Siccome ci teniamo a far sì che tutto vada liscio come l'olio, ti ricordiamo che puoi contattarci; saremo felici di darti una mano a scegliere tutto il materiale che ti serve per la costruzione della tua grow box, evitando così che si verifichino spiacevoli incidenti di percorso.

Grow box faidate

Grow Tent e Grow Closet, cosa sono e quali sono le differenze

Abbiamo accennato diverse volte in questa guida al fatto che un elemento imprescindibile dei grow box è il contenitore. Fino a questo momento non abbiamo approfondito la questione, ma in realtà esistono due tipi diversi di "scatola": le tende e gli armadietti. I grow box all'interno di una tenda vengono chiamati tecnicamente grow tent, mentre quelli che sono inseriti in un armadietto grow closet. Esistono delle differenze più o meno grandi tra i due sistemi: in generale, all'aumentare della qualità dei prodotti messi a confronto diminuiscono le differenze. Le tende possono essere realizzate con una qualità costruttiva molto varia. Per questo motivo, a lungo sono state scelte da chi voleva risparmiare senza badare troppo alle caratteristiche tecniche. Essendo facili da montare, smontare e trasportare rappresentano una soluzione più pratica ma anche meno esteticamente gradevole. Inoltre, le grow tent più economiche non hanno un buon sistema di sigillo della cerniera con cui si aprono e chiudono, il che provoca la dispersione della luce e del calore delle lampade. Migliorando la qualità della tenda scegliendo un modello di buona fattura, tuttavia, questo problema non si presenta e rimane solo il "problema" dell'aspetto estetico. I grow closet si presentano, dall'esterno, come veri e propri armadietti irriconoscibili da quelli usati per riporre vestiti ed oggetti. Per questo è possibile scegliere modelli che si integrino esteticamente con i colori dei propri ambienti di casa e renderli dei pezzi di mobilio ben integrati con il resto. Spesso presentano due scompartimenti separati per la fase vegetativa e la fioritura. In entrambi i casi, è molto importante che la superficie interna del contenitore sia altamente riflettente. Le pareti non devono assorbire la luce ed il prezioso calore che la lampada emette, altrimenti si perderà parte della sua efficacia. Solitamente viene utilizzato il Mylar, un materiale con un'altissima capacità riflettente; questa si misura in percentuale, ed il Mylar è in grado di riflettere ben il 94% della luce che lor irradia. Nel caso in cui il materiale con cui è realizzato l'interno della grow box che stai per acquistare fosse un altro, ricordati di controllare la sua capacità riflettente prima di procedere.

Grow box

Vantaggi di una grow box

Ci sono tanti vantaggi nello scegliere una grow box per la coltivazione indoor delle piantine. Queste possono rimanere sempre in condizioni di temperatura ed umidità controllate, senza essere esposte al clima esterno; all'inizio della germinazione è impossibile sapere quali saranno i giorni di sole e di pioggia o come sarà il vento in fase di fioritura, per cui già la coltivazione indoor di per sé offre una maggiore sicurezza di vedere le proprie piantine crescere e fiorire. Rispetto ad una grow room, inoltre, ci sono delle ulteriori differenze:

  • Una grow box, essendo piccola e compatta, può essere sistemata in qualsiasi casa. Una grow room implica uno spazio notevole, che chi abita in città può difficilmente avere a disposizione.
  • Essendo limitate nelle dimensioni, anche le lampade sono adattate a questi spazi. Per questo il consumo complessivo di energia elettrica è quasi sempre inferiore a quello di una grow room.
  • Poiché con una grow box completa gli spazi sono già calcolati per ottimizzare la dimensione dei vasi e la distanza dalla lampada, si possono evitare i problemi di spaziatura e dimensione che spesso affliggono i coltivatori alle prime armi in una grow room.

Consigli utili

Veniamo adesso alla conclusione, con dei consigli che ti serviranno sicuramente se stai pensando di acquistare una grow box. Sono anche questi frutto dell'esperienza e dei tanti errori che anche noi abbiamo commesso alla fine degli anni '90 quando abbiamo iniziato a coltivare indoor.

  • Ricordati di pensare a dove mettere la tua grow box tenendo a mente la lunghezza del tubo dell'estrattore. Questo deve essere connesso con l'esterno, altrimenti non potrà liberare fuori casa gli odori tipici della coltivazione. La distanza dalle prese di corrente è meno importante, perché puoi sempre ricorrere ad una prolunga con una spesa minima, ma quella dalla finestra è determinante.
  • Controlla, prima di completare l'acquisto, la quantità di corrente che ti servirà per mantenere attiva la grow room. Oltre a rappresentare un costo che dovrai sostenere in bolletta, c'è anche una questione di non poco conto che riguarda il picco di potenza che puoi raggiungere nella tua rete domestica. Se per mantenere attiva la tua grow room non riuscissi più ad accendere nessun elettrodomestico senza far saltare la luce, potresti dover vivere come un uomo della pietra per coltivare indoor...previeni questa eventualità.
  • Non fare l'errore di pensare che l'attrezzatura faccia il coltivatore. Chiaramente con un setup migliore potrai ottenere risultati migliori, così come una grow box più grande equivale a più piante e dunque un eventuale raccolto più abbondante. Quantomeno in un primo momento, quando sarai alle prese con questa arte per la prima volta, quello che davvero farà la differenza sarà il modo con cui ti prenderai cura dell'irrigazione, del controllo del fotoperiodo, delle condizioni di temperatura e di umidità, del passaggio dalla fase vegetativa a quella di fioritura e via dicendo. Non esiste nessun grow box che possa compensare la noncuranza o l'inesperienza, per cui accetta che l'acquisto dell'attrezzatura sia solo l'inizio di un percorso che potrà darti molte soddisfazioni strada facendo.