estrazione bho

Che cosa è l'estrazione BHO. Con la crescente domanda di prodotti a base di cannabis, le tecnologie utilizzate per gli estratti stanno diventando sempre più sofisticate. La legalizzazione verso cui molto stati stanno virando ha aperto le porte a molte idee e metodi innovativi per creare concentrati diversi, e i produttori sono sempre alla ricerca di nuovi solventi per ottenere il meglio dalla cannabis.
Tra le tecniche di estrazione Esistono due gruppi principali di estratti di cannabis. Estratti senza solventi, che sono prodotti senza sostanze estranee, come nel caso della co2 e con solventi come alcool butano e propano.
l titolo parla da solo, BHO acronimo di butan hash oil è realizzato con butano, ma anche con Idrocarburi diversi (propano, butano, esano, ecc.). Il prodotto finale può avere una consistenza diversa tipo; cera, frantumi, nido d'ape, olio, nettare, ecc.

Con la tecnica del BHO Il solvente viene fatto passare attraverso la materia vegetale, facendo uscire gli oli utili dalla pianta. Per rimuovere il solvente residuo, la soluzione viene riscaldata (il butano evapora nell aria a basse temperature), quindi il solvente evapora nell'aria lasciando l'olio privo di residui e concentrato di thc fino al 90%. Tuttavia, produrre e utilizzare estratti con solventi quando non si hanno le informazioni necessarie può risultare molto rischioso. In primo luogo, i prodotti chimici possono esplodere. In secondo luogo, il solvente residuo può rimanere contenuto nell'estratto finale di cannabis, risultando pessimo per il consumatore.
Quando si pratica l'estrazione con BHO, gran parte del successo è dovuto dalla qualità della pianta e quindi del materiale vegetale estratto. Potrete conoscere le tecniche più evolute, ma con una pianta di partenza scarsamente resinosa sarà complicato avere un buon risultato.

Con la tecnica del bho è possibile realizzare vari tipi di estratto di hashis quali:

  • Crumble
  • shatter
  • budder

wax

Estrazione di resian BHO

Estrarre resine ed oli vegetali tramite l'utilizzo del gas bho o dexso, è una pratica sempre più diffusa nella cultura cannabica, talvolta da gente esperta e coscienziosa, ma spesso da giovani alle prime armi, che si cimentano tralasciando le basilari norme di sicurezza. Infatti, questa pratica, se pur relativamente facile, può risultare assai pericolosa, se non adempiuta in modo corretto. A questo proposito cercheremo di suggerire in questo articolo, oltre a dei materiali veramente innovativi, alcune regole base per evitare problemi nella fese di estrazione con Estrattore BHO Dexso per resine.

Innanzitutto è di vitale importanza, praticare l'estrazione di resine ed oli essenziali rigorosamente all'aperto, ciò permette al gas di disperdersi nella aria e non venire a contatto con possibili fonti di incendio. Sono suggeriti dei guanti di stoffa o pelle per maneggiare l'estrattore, ciò perchè i tubi per estrazione, tendono quasi a congelarsi quando il gas fuoriesce. Controllare sempre che i tubi usati siano compatibili con il tipo di gas che si adopera. Controllare che la filettatura dei tappi non sia danneggiata e sia ben chiusa. Tritare Minuziosamente il materiale vegetale. Non riempire il tubo troppo e soprattutto non pressare troppo il materiale vegetale.
Infine se pur esistono apparecchi autocostruiti efficenti, ne sconsigliamo l'uso anche ai più esperti.

A questo proposito è con piacere che vi presentiamo Il nuovo tubo per estrazioni della "Linea 9".

dexo1gsi

Gli estrattori per resine e oli essenziali della linea 9, sono fatti in 100% borosilicato pirex duran, 5mm di spessore, lavorati a mano con le tecniche originali, degli antichi maestri vetrai di Murano. Questo tubo per estrazione di resine, può essere utilizzati sia con gas Bho e DEXSO. L'estrattore Linea 9, è equipaggiato con tappo in polietilene resistente ai solventi chimici appositamente usata per lavorazioni da laboratorio. Molto innovativo è certamente il filtro, costituito in "borosilicato setto poroso" appositamente usato nei laboratori per estrazioni di liquidi e gas. Oltre ad avere un filtraggio eccellente, questo filtro è pressochè eterno, se usato con le dovute accortezze.
Il filtro setto poroso, va infatti pulito, sia inizialmente, sia alla fine della fase di estrazione di resine, con alcol o solventi naturali.

dexo2gsi

Il funzionamento è semplice ed efficace se usato in maniera sicura:

  • Procurarsi un contenitore di vetro
  • Riempire il tubo in borosilicato con la materia vegetale
  • chiudere bene il tappo, ma facendo attenzione che la parte liscia del filtro setto poroso, sia rigorosamente rivolta verso l'esterno
  • impugnare il tubo (sempre muniti di un guanto)
  • Inserire la bombola del gas scelto (BHO o DEXSO) nel foro apposito, che si trova all'estremità del tubo, facendo pressione in modo da far uscire il gas
  • Mantenendo l'estrattore linea 9 sempre in posizione verticale, punteremo il filtro setto poroso verso il contenitore di Vetro scelto in precedenza

Una volta raccolta l'estrazione metterla ad asciugare su appositi tappetini prima di conservarla nelle classiche scatoline in silicone.