misurazione conducibilità elettrica

L'importanza nei sistemi idroponici dell'EC e gli strumenti per misurarla

Perchè è importante nei sistemi idroponici la misurazione dell'EC? Con particolare attenzione per piante dal ciclo breve, questa guida ha l'intento di fornire informazioni pratiche per una efficiente misurazione e controllo della Conducibilità Elettrica EC.
Ad un valore alto di EC corrisponde un'alta densità e durezza della soluzione nutritiva, e siccome i vegetali non possono assorbire i nutrimenti oltre una data densità a seconda della varietà e dell'età di vita, e considerato che nelle coltivazioni idroponiche non si ha un substrato di coltivazione che può fare da tampone (come nelle coltivazioni in substrati terrosi), i parametri dell'EC risultano essere fondamentali per la crescita e lo sviluppo delle nostre piante.
Per fare un esempio: per capire se utilizziamo troppi concime idroponico o pochi, basta controllare il valore EC dell'acqua che si trova nel serbatoio. La base del nostro liquido di irrigazione è fondamentale per la conducibilità elettrica, infatti avremo un grado di EC differente se usiamo ad esempio acqua di rubinetto, minerale, demineralizzata o distillata.

E' bene tener presente che ogni nutrimento aggiunto alla nostra acqua farà salire il livello di EC. Ogni prodotto in commercio per la concim coltivazione ha una sua conducibilità elettrica, e farà cambiare l'EC del nostro liquido di irrigazione in differente maniera. Quindi è importante attenersi sempre ai dosaggi consigliati in etichetta e monitorare l'EC del liquido di irrigazione ogni volta che si aggiungerà una nuova sostanza. L'acqua del rubinetto ha di solito un elevato EC, che può variare da 0,4-0,5 ms/cm fino a valori esagerati come 0,7-0,8 ms/cm.

conducimetro ec tester

Alcuni valori EC da rispettare nella coltivazione indoor

Qual è il valore medio EC da rispettare durante le varie fasi di crescita delle piante?
In realtà non esiste un parametro preciso EC da rispettare durante le varie fasi di crescita delle piante, tutto dipende dalla durezza dell'acqua che usiamo nelle irrigazioni e dai nutrimenti che aggiungiamo. Possiamo però, in base all'esperienza, consigliare alcuni valori indicativi:

  • Il valore di EC va elevandosi a seconda del periodo di crescita della pianta.
  • Nella fase vegetativa 0,8-1,2 ms/cm.
  • Nella fase della fioritura 1,2-1,5 ms/cm.
  • Le piante a ciclo breve ad esempio necessitano di un valore basso di EC nelle prime fasi di vita, per poter assorbire i nutrimenti, che solitamente si aggira intorno ai 0,5-0,6 ms/cm sia per le nuove nate che per le talee. Successivamente le piante sono pronte a tollerare valori di EC maggiori, da 1,0 ms/cm nella fase di pre-fioritura fino ad 1,5-1,8 ms/cm durante la fioritura, ma sempre inferiori a 2,0 ms/cm.

Le acque minerali hanno valori di conducibilità elettrica specifica scritto sull'etichetta, quelle leggere hanno valori di durezza ottimali per i nostri scopi, infatti se avremo un valore basso di EC in partenza, possiamo aggiungere nutrimenti necessari nelle quantità necessarie senza conferire durezza alla soluzione di irrigazione con conseguenze disastrose per le nostre piante.

L'acqua demineralizzata si acquista nei supermercati, solitamente quella utilizzata per ferri da stiro, deumidificatori ecc. Può anche essere fatta in casa con un impianto ad osmosi inversa. L'acqua demineralizzata può essere usata per diminuire un elevato valore di EC nel liquido di irrigazione o come base se ad esempio si volesse utilizzare composti minerali bilanciati in polvere in commercio per le colture idroponiche, cosi che da una base quasi neutra si potrà costruire un liquido ideale per l'irrigazione delle piante.
Un esatto monitoraggio dei valori di EC della nostra soluzione di irrigazione è la chiave per un ottimo risultato nella coltivazione idroponica; sottovalutare le conseguenze di un elevato o basso valore di elettro-conducibilità del acqua può portare a risultati pressochè deludenti e conseguente abbandono della tecnica di coltivazione idroponica. Se prendiamo in considerazione un impianto idroponico medio-piccolo con una cisterna da 30-40 litri, ideale per una coltivazione casalinga delle piante a ciclo breve, dovremo calibrare il liquido di irrigazione per la conducibilità elettrica solamente quattro volte: all'inizio, nella fase vegetativa, in quella di fioritura ed infine nel risciacquo finale. I vegetali estraggono dalla soluzione nutritiva fertilizzanti e acqua in contemporanea, ma non sempre nella stessa misura. In un clima caldo le piante tendono a bere di più, e insieme all'alto tasso di evaporazione questo rende le concentrazioni di nutrienti troppo alta.

strumenti per il controllo ec

Strumenti per il controllo della conducibilità elettrica EC nelle idroculture

Per tenere stabile e sotto controllo l'equilibrio della soluzione è importante la conduttività elettrica. Questo valore è il solo modo che abbiamo per controllare con precisione quanti nutrienti ancora persistono nell'acqua. La presenza troppo elevata di questi nutrimenti può danneggiare le nostre piante, mentre una presenza molto scarsa porterebbe carenze e un cattivo sviluppo della pianta. Per misurare l'EC si usa uno strumento, chiamato conducimetro o EC tester che segnala le quantità di sali disciolti nell'acqua. Ci sono diversi modelli di strumenti per la misurazione dell'EC: portatili, fissi con sonde e di varie fasce di prezzo. Lo strumento va prima calibrato, con l'ausilio dell'apposito liquido per la taratura EC tester. In pratica bisogna immergere l'elettrodo in una soluzione a EC calibrato e impostare lo strumento, come illustrato nelle istruzioni. Effettuata la calibrazione l'elettrodo va pulito con acqua distillata, così come ogni volta che viene utilizzato. La misura di EC va monitorata con molta attenzione nei sistemi che ricircolano acqua.


Vai alla pagina - G.S.I. Grow Shop Italia - STRUMENTI PER LA MISURAZIONE E CONTROLLO