La propagazione per talee della cannabis, anche detta riproduzione agamica, è una pratica che desta molto fascino sui coltivatori di cannabis legale e non. La possibilità di avere una vera e propria “libreria” per scegliere, riprodurre e anche sperimentare nuove genetiche è un passo ambito da molti coltivatori. Tramandare Il patrimonio genetico di una qualsiasi pianta o la creazione di nuove varietà, non sarebbe mai possibile se non si facesse la propagazione di cloni o talee. Allo stesso modo, se al giorno d’oggi ci ritroviamo genetiche di cannabis inventate 30, 40 anni fa, che hanno fatto la storia, è grazie alla selezione di madri e la riproduzione attraverso talee di cannabis.

Talee di cannabis

 

 

 

 

 

 

Naturalmente come in tutte le cose, anche se clonare piante di cannabis non è particolarmente difficile, c’è bisogno di un po’ di esperienza, ma soprattutto di manualità per effettuare le operazioni di taglio. Innanzitutto la scelta della madre ha un ruolo fondamentale. Una pianta madre di canapa forte e in salute, assicura di conseguenza talee altrettanto forti e rigogliose. Non è raro trovare tra gli esperti di cannabis, piante madri che arrivano anche a 10-15 anni di vita in ottima salute. Perché ciò avvenga, sono necessari travasi e pulizia delle radici morte costanti, per mantenere la salubrità dell’apparato radicale. Anche se dipende da quanto la pianta, è stata sfruttata per produrre talee di cannabis.

Talee di canapa legale

Con la nuova neo nata legge 242/2016, è stato legalizzato l’uso ornamentale e florovivaistico delle talee di canapa legale. Tutto ciò ha fatto nascere un nuovo mercato nella quale piante e talee di canapa, sono sempre più richieste. Non è raro ormai incontrare negozi con piante di canapa esposte al loro interno, spesso in serre domestiche o grow box indoor. È bene precisare che queste piante, devono essere corredate di cartellino con regolare certificazione Eu, per poter essere tenute in casa. A questo proposito vi suggeriamo di affidarvi a venditori esperti e comprovati, soprattutto in un mercato confuso come quello italiano. Molte aziende si sono lanciate in questo mercato, magari con una comprovata esperienza nel campo del florovivaismo, ma senza la minima conoscenza delle piante di canapa. Entrando nei meriti tecnici, la propagazione di talee di canapa o se preferite di cannabis legale, non dissimile dalle piante di cannabis medicinale con thc. Certamente le piante di canapa da fibra possedendo più lignina nei gambi, risultano essere più dure. Ciò significa che la radicazione degli steli, potrebbe essere leggermente più lenta, ma sempre abbastanza facile. Se acquistate talee, vi suggeriamo di farvi dire tassativamente dal venditore, con quale fotoperiodo sono state abituate le madri, da dove provengono i vostri cloni. Lo schock da fotoperiodo, è uno dei peggiori stress che potete dare a questa specie di pianta.

strumenti talee canapa

Talee di cannabis materiale necessario per farle

Avere gli strumenti adatti per clonare talee da piante di cannabis, è certamente il passo giusto per avere successo e ottenere una buona percentuale di riuscita. Naturalmente la pulizia e la salubrità degli strumenti è la prima regola.

  • Piante madri di cannabis: per effettuare delle talee di cannabis è basilare partire da una pianta madre forte e in ottima salute, priva di parassiti o malattie in genere.
  • Strumenti da taglio: lo strumento da taglio per fare talee più usato, è certamente il comune taglierino di alluminio per carta o plastica, anche se il bisturi assicura dei tagli più netti, danneggiando meno i tessuti e la cuticola delle piante. Sono sconsigliate le forbici da taglio anche se ben affilate.
  • Ormone radicante: Ci sono in commercio, molte tipologie di ormoni per facilitare la radicazione, alcuni in polvere alcuni sotto forma di gel, anche se la nostra esperienza ci dice che è possibile fare anche senza.
  • Jiffy di torba o cubetti di rockwool: sono essi gli strumenti più utilizzati per mettere a dimora le giovani piantine di canapa, poichè assicurano una certa sterilita al germoglio e neutralità di elementi nutritivi, non necessari in questa fase primordiale.
  • Acqua ossigenata (facoltativa): è usata per assicurare maggiore sterilità e pulizia del germoglio appena tagliato, ma la quantità da utilizzare deve essere poca e ben proporzionata con acqua normale.
  • Mini serra in plastica: Per la propagazione di talee è un accessorio basilare per mantenere costante l'umidità e la temperatura (nel caso delle mini serre riscaldate).
  • Guanti in Lattice (facoltativi) è sempre bene procurarsi guanti in lattice per assicurarci la pulizia e la salubrità.

Come fare talee di cannabis

Appena giunti in possesso degli strumenti sopra descritti bisogna precisare alcune premesse., ricordiamo che è sempre bene cominciare la pratica di clonaggio delle piante di cannabis nelle prime ore del giorno. É sconsigliato in outdoor, fare talee nelle ore più calde o verso il tramonto. Sono sconsigliate se non addirittura bandite le forbici da taglio, le quali danneggerebbero i tessuti. È bene precisare inoltre che esistono molte tecniche per clonare piante, ci siamo concentrati su quella più facile per semplificare questa guida. Si comincia con lavarsi bene le mani e disinfettare gli strumenti da taglio anche se nuovi di imballaggio. Per disinfettare senza procurar danni alle giovani germogli di cannabis, è utile procurarsi dell'acqua ossigenata al 10%vol, che ha sua volta deve essere diluita con acqua normale in proporzione 1/10, cioè 90% acqua 10% acqua ossigenata. Lava gli strumenti da taglio con questa soluzione e asciugali con cura. Scegliere preferibilmente i germogli apicali delle talee di cannabis da staccare, perche essendo piu teneri radicheranno più in fretta. Al fine di effettuare un taglio netto e preciso, cercate di tendere il rametto tirando delicatamente la parte apicale verso su, senza danneggiarlo o comprimerlo troppo sul gambo.

Effettuare il taglio in maniera netta e decisa nella parte immediatamente sotto l'internodo. Una volta staccato il germoglio, togliere le foglie alla base del gambetto e mondare anche dai germogli ricresciuti alla loro base. A questo punto una volta spogliato il germoglio alla base, immergere nell’ ormone radicante e immediatamente dopo inserire nel supporto che si è scelto (jiffy di torba o rockwool). Fate attenzione a non rovinare o ferire il gambo mentre inserite nel jiffy. Assicurarsi che il germoglio calzi perfettamente nel buco predisposto, per non far penetrare aria alla base del gambo. A questo punto molti growers esperti, suggeriscono di tagliare leggermente le punte delle foglie. Questo espediente aiuta la giovane piantina a non far disperdere l’umidità che in questa fase è fondamentale. Dopo aver tagliato le talee desiderate, dobbiamo riporle in un ambiente con temperature ed umidità costanti. Come accennato vi suggeriamo di munirvi di una mini serra, meglio ancora se riscaldata, dove mettere a dimora le vostre talee di cannabis.

Per quanto riguarda l’illuminazione da apportare alle giovani talee di cannabis, è sconsigliato un wattaggio ed una potenza luminosa eccessiva. Ciò asciugherebbe troppo velocemente la zolla o il jiffy dove sono a dimora, rallentando la radicazione. È importante invece la colorazione della luce che deve essere tra il bianco ed il blu tra i 6200°k e i 7000° k. Questa colorazione è l’ottimale per far attecchire le plantule in questa fase delicata. Vi ricordiamo che le temperature non devono scender al di sotto di 18-19°, ciò rallenterebbe sensibilmente la velocità di radicamento, ma ancor peggio non scendere al di sotto del 70% di umidità. A seconda delle esigenze del coltivatore il fotoperiodo migliore per generare cloni o piante di canapa è tra le 16 e le 18 ore di luce quindi di conseguenza 6-8 di buio.

Talee di canapa legale in frigorifero

Quando si fanno o si vendono piante o talee, si rendono necessari trasporti spesso anche di lunga durata percorrendo grandi distanze. A questo proposito esiste la possibilità di rallentare sensibilmente il ritmo biologico delle piante per permettere trasporti lunghi. I giovani germogli di canapa anche non radicati messa al buio a 4-6 gradi di temperatura, hanno dimostrato una resistenza formidabile, sopravvivendo in perfette condizioni anche fino a 30 gg. In frigorifero infatti la quasi tutte le speci di piante vanno in una sorta di “ibernazione” rallentando molto il loro ritmo biologico, per poi ricominciare a crescere appena rimesse nelle giuste condizioni.

talee cannabis legale

Vendita talee di cannabis legale

È opportuno ricordare che la legge permette la vendita e l’acquisto di talee di cannabis legale cioè solo se certificate e con cartellino Eu che ne comprovi il basso contenuto di thc <0,5. Inoltre è importante la destinazione d’uso che deve essere necessariamente ad uso florovivaistico ed ornamentale. Vi consigliamo quindi di Cercare venditori comprovati ed esigete solo piante con cartellino e certificazione Europea. A questo proposito Grow shop italia, azienda ventennale esperienza nel mercato della cannabis, si affida a vivai esperti e di comprovata garanzia. Le piante madri Selezionate da Gsi infatti, sono coltivate in serra in ambienti salubri e controllati, dove spesso i cloni vengono disinfettati con acqua ossigenata prima e dopo la radicazione. Acquistando piante di canapa Maschio/femmina o talee di cannabis legale, verrete forniti di regolare cartellino. Inoltre il catalogo di Gsi offre almeno 8 varietà scelte e selezionate per ogni esigenza del coltivatore, dalle più precoci alle più produttive, contattate uno dei nostri esperti per orientarvi sulle piante che fanno al vostro caso.